HOME | CHI SIAMO | I TERRITORI | LEADER | CONTATTI | TAVOLIEREDELLEPUGLIE.IT
Versione Italiana English Version

20/06/2016
Verbale Assemblea dei Soci del 20/06/2016
29/04/2016
Segnalazione Premio Nazionale Monna Oliva 2016
14/04/2016
Incontro informativo PSR Puglia 2014-2020 - CARAPELLE
10/03/2016
SPOSTAMENTO SEDE SEMINARIO ETICHETTATURA ALIMENTI - 11 MARZO 2016

23/05/2016
Determina ADG PSR 2007/2013 n. 110 del 23.05.2016
23/05/2016
Determina ADG PSR 2007/2013 n. 111 del 23.05.2016
09/04/2016
ISMEA - AGEVOLAZIONI PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA
30/03/2016
BANDO DI SELEZIONE PER L'ASSEGNAZIONE DEL MARCHIO DI QUALITA' OSPITALITA' ...

18/03/2016
Materiale studio seminario etichettatura alimenti - 11 marzo 2016
29/02/2016
SINTESI PIANO DI SVILUPPO RURALE PUGLIA 2014 - 2020
13/11/2015
in allegato det. 416 Regione Puglia
22/10/2015
in allegato dag 323 del 05/10/2015
Ordona
Dista dal Foggia: Km. 18
Abitanti: 2524
Cap: 71040
Supeficie: Kmq 22
Altitudine: 120 m.s.l.m.
Approfondimenti su TavolieredellePuglie.it
 

OrdonaLa storia
Fra i comuni dei Cinque Reali Siti quello di Ordona è certamente quello più ricco di storia. L’antica Herdonia, importante nodo stradale sulla via Traiana che portava da Benevento a Brindisi, fu insediamento notevole fra IV e III secolo a.C., e arrivò a battere moneta propria. Distrutta da Pirro nel 279 a.C., privata dei suoi abitanti da Annibale nel 210 a.C., ancora distrutta da Costante nel 662, fu ripopolata da Federico II, ma poi distrutta definitivamente da Ferdinando d’Aragona nel 1484. Con l’istituzione della “Dogana della mena delle pecore in Puglia” l’insediamento si spostò verso la valle del torrente Carapelle, dove assunse la fisionomia di una masseria. Fu acquistata dai Gesuiti nel 1608; ma quando i religiosi furono espulsi – nel 1767 – dal Regno di Napoli divenne, nel 1774, uno dei Reali Siti. Nel 1975 ha acquisito lo status di Comune.

I monumenti
OrdonaOrdonaLe piccole alture ad est del Carapelle, sito dell’antica statio romana, sono da anni oggetto di importanti campagne di scavo condotte da una missione belga diretta dall’archeologo Joseph Mertens. Sono così venute alla luce importanti testimonianze di un glorioso passato: le mura cittadine e la porta principale con le sue torri quadrate, due templi, il foro, una basilica, un complesso termale, un piccolo anfiteatro. E poi ancora il macellum – mercato per la vendita di carne e pesce – con un cortile interno circolare su cui prospettano 13 ambienti in laterizio e opus reticulatum, dalle pareti affrescate e i pavimenti a mosaico, e i resti di residenze private anch’essi caratterizzati da laterizi, opus reticulatum, affreschi e mosaici. Oltre le mura, infine, una vasta necropoli, le cui tombe restituiscono notevole vasellame con le caratteristiche decorazioni di stile geometrico-daunio.

Feste tradizionali
Festa patronale in agosto, con processione e luminarie, in onore di san Leone vescovo.

I prodotti tipici
Ordona ha un territorio esteso per 3990 ettari, nei quali prevale la coltivazione dei cereali. Seguono poi gli ortaggi, il vigneto e l’oliveto. Piatti tipici sono fave e làghene (fave a puré con fettuccine fatte in casa e pepe), fave e rapeste (fave e ramolaccio condite con aglio soffritto), la tielle (agnello e patate al forno) e la brasciola (involtino di carne al ragù). Fra i dolci i taralle che l’ove (taralli dolci) spesso glassati, e i calzoncelli (panzerottini ripieni di mostarda d’uva).

Dove mangiare - Approfondimenti su TavolieredellePuglie.it
Vece Rocco, Via Ascoli, 11 – Tel. 0885.796626
La Perla, Via Michelangelo, 4 - Tel. 0885.796324
Belvedere, Via Campo Sportivo - Tel. 0885.796415

1998-2017 © Piana del Tavoliere
P.IVA 02354840718
Politica della Privacy | Crediti
HOME | CHI SIAMO | I TERRITORI | LEADER | CONTATTI | TAVOLIEREDELLEPUGLIE.IT

CSS Valido! Validated by HTML Validator (based on Tidy)