HOME | CHI SIAMO | I TERRITORI | LEADER | CONTATTI | TAVOLIEREDELLEPUGLIE.IT
Versione Italiana English Version

20/06/2016
Verbale Assemblea dei Soci del 20/06/2016
29/04/2016
Segnalazione Premio Nazionale Monna Oliva 2016
14/04/2016
Incontro informativo PSR Puglia 2014-2020 - CARAPELLE
10/03/2016
SPOSTAMENTO SEDE SEMINARIO ETICHETTATURA ALIMENTI - 11 MARZO 2016

23/05/2016
Determina ADG PSR 2007/2013 n. 110 del 23.05.2016
23/05/2016
Determina ADG PSR 2007/2013 n. 111 del 23.05.2016
09/04/2016
ISMEA - AGEVOLAZIONI PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA
30/03/2016
BANDO DI SELEZIONE PER L'ASSEGNAZIONE DEL MARCHIO DI QUALITA' OSPITALITA' ...

18/03/2016
Materiale studio seminario etichettatura alimenti - 11 marzo 2016
29/02/2016
SINTESI PIANO DI SVILUPPO RURALE PUGLIA 2014 - 2020
13/11/2015
in allegato det. 416 Regione Puglia
22/10/2015
in allegato dag 323 del 05/10/2015
Leader Plus

img
REGIONE PUGLIA

Iniziativa Comunitaria
Leader Plus
2007-2013

Il Programma di Iniziativa Comunitaria L.E.A.D.E.R. è un acronimo francese “Liaison Entre Actions de Développement de l'Économie Rurale”, che vuol dire Collegamento fra Azioni di Sviluppo dell’Economia Rurale
Come suggerisce il nome, rappresenta un metodo di mobilitazione e di trasporto dello sviluppo rurale nelle comunità locali, piuttosto che un insieme prestabilito di misure da attuare.
L'approccio LEADER rappresenta uno dei più importanti strumenti elaborati dalla Commissione Europea per lo sviluppo delle aree rurali, prima come Programma di Iniziativa Comunitaria (LEADER II , LEADER+), oggi come Asse dei Programmi di Sviluppo Rurale.
Leader II e Leader+ sono stati concepiti come un laboratorio per promuovere la nascita e sperimentazione di nuovi approcci a uno sviluppo integrato e sostenibile e influenzare, integrare e/o consolidare la politica di sviluppo rurale dell’UE.
L’iniziativa Leader, al termine di questi periodi di programmazione, ha raggiunto uno stadio di maturità che consente alle zone rurali di adottarne l’approccio più ampiamente, nell’ambito della programmazione generale dello sviluppo rurale.
Ecco perché il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) per il periodo 2007-2013 contiene un quarto “asse”, cosiddetto asse Leader.

La programmazione LEADER 2007-2013

La strategia del Piano di Sviluppo Locale del GAL “Piana del Tavoliere Scarl” per la nuova programmazione può essere sintetizzata all’interno di due importanti tematismi: valorizzazione delle risorse produttive locali  e miglioramento della qualità delle vita nelle aree rurali, attraverso la fornitura di servizi di prossimità alle popolazioni con particolare riguardo alle fasce deboli (donne, giovani, disabili)
La strategia con il suo approccio bottom-up tende a promuovere un processo partecipativo a livello locale per tutti gli aspetti inerenti le politiche di sviluppo con la partecipazione attiva dei soggetti locali, che viene incentivata a tutti i livelli con processi di consultazione o con l’associazione all’interno della partnership, interessa la popolazione nel suo complesso, i promotori di idee e progetti, il mondo associativo, i gruppi di interesse economici e sociali, gli enti pubblici e privati.
Le misure dell’Asse III sono le seguenti:
Misura 311 Diversificazione in attività non agricole, attraverso cui verrà perseguita la valorizzazione del settore agricolo attraverso l’utilizzazione delle risorse del territorio e incremento del vantaggio competitivo attraverso la diversificazione delle attività; miglioramento della qualità della vita nelle zone rurali e incentivazione alla diversificazione delle fonti di reddito e occupazione della famiglia agricola;
Misura 312 Sostegno allo sviluppo ed alla creazione di imprese, finalizzate ad una migliore qualificazione dell’offerta delle risorse produttive e differenziazione dei prodotti in termini di qualità ed eccellenza, attraverso il sostegno allo sviluppo ed all’innovazione delle microimprese extra agricole, garantendo una maggiore dinamicità e vitalità del tessuto imprenditoriale locale; ed alla promozione di politiche di inclusione ed integrazione sociale dei giovani, delle donne e delle fasce deboli della popolazione;
Misura 313 Incentivazione di attività turistiche, con l’obiettivo di rafforzare l’identità del territorio GAL sia in ambito locale che in ambito nazionale ed internazionale, attraverso l’integrazione tra il prodotto alimentare tipico di qualità ed il turismo e la fruizione delle risorse storico-culturali;
Misura 321 Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale, per promuovere e migliorare le politiche per le persone appartenenti alle fasce deboli;
Misura 323 Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale, al fine di incrementarne l’attrattività turistica e miglioramento la qualità della vita nelle zone rurali;
Misure 331 Formazione e informazione, allo scopo di migliorare il sistema delle conoscenze e competenze professionali, dell’informazione nelle aree rurali e delle capacità imprenditoriali degli operatori locali; nonché contenere l’abbandono scolastico da parte dei giovani e promuovere l’inclusione nel mondo del lavoro da parte di questi ultimi, delle donne e dei soggetti in situazioni di emarginazione
1998-2017 © Piana del Tavoliere
P.IVA 02354840718
Politica della Privacy | Crediti
HOME | CHI SIAMO | I TERRITORI | LEADER | CONTATTI | TAVOLIEREDELLEPUGLIE.IT

CSS Valido! Validated by HTML Validator (based on Tidy)