HOME | CHI SIAMO | I TERRITORI | LEADER | CONTATTI | TAVOLIEREDELLEPUGLIE.IT
Versione Italiana English Version

20/06/2016
Verbale Assemblea dei Soci del 20/06/2016
29/04/2016
Segnalazione Premio Nazionale Monna Oliva 2016
14/04/2016
Incontro informativo PSR Puglia 2014-2020 - CARAPELLE
10/03/2016
SPOSTAMENTO SEDE SEMINARIO ETICHETTATURA ALIMENTI - 11 MARZO 2016

23/05/2016
Determina ADG PSR 2007/2013 n. 110 del 23.05.2016
23/05/2016
Determina ADG PSR 2007/2013 n. 111 del 23.05.2016
09/04/2016
ISMEA - AGEVOLAZIONI PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA
30/03/2016
BANDO DI SELEZIONE PER L'ASSEGNAZIONE DEL MARCHIO DI QUALITA' OSPITALITA' ...

18/03/2016
Materiale studio seminario etichettatura alimenti - 11 marzo 2016
29/02/2016
SINTESI PIANO DI SVILUPPO RURALE PUGLIA 2014 - 2020
13/11/2015
in allegato det. 416 Regione Puglia
22/10/2015
in allegato dag 323 del 05/10/2015

PREMESSA

Il GAL non nasce in occasione di Leader Plus, la sua struttura di lavoro si potrebbe anche occupare di progetti diversi tra cui Leader Plus.

La organizzazione e struttura di lavoro del GAL è sottoposta quindi alle seguenti regole:

  1. il GAL ha una serie di compiti e di attività di interesse generale e che sottende all’attuazione di qualsiasi progetto singolo cui pertanto, in quota parte, partecipa sia in termini di sedi, chè di attrezzature e di personale.

  2. Ogni attività specifica del GAL o progetto, tipo Leader plus, o incarico da terzi, viene sottoposto a una procedura che lo identifica come un progetto a sé, dotato di autonomo budget e autonomo funzionamento, ma con interrellazioni funzionali e amministrative con la struttura base di cui al punto1.

Alla luce di ciò è bene chiarire quali sono le strutture che appartengono al primo livello e quali siano le loro tipologie di costo e come questi concorrano all’attuazione dei vari progetti e quindi anche del progetto Leader.

A tal fine si allega il progetto organizzativo complessivo del GAL, mentre qui ci limiteremo a chiarire quanto segue.

Il progetto Leader+, conformato come PLS, viene a comporre una attività autonoma dal resto dei progetti o incarichi svolti dal GAL, e dotato quindi di:

budget autonomo e separato dal resto delle attività economiche

autonoma e separata struttura di lavoro

specifico protocollo e sistema di registrazione e caricamento delle informazioni e della corrispondenza

separato luogo e sistema di archiviazione dei dati

apposito regolamento gestionale e progetto organizzativo

apposito e separato sistema di rendicontazione

tuttavia, anche se le specifiche attività del GAL in relazione a Leader Plus sono autonome dal resto delle attività in essere o in divenire, condividono, ovviamente con esse una parte delle attività comuni e i relativi costi.

Dette attività comuni sono:

le attività deliberative e decisionali degli organi della società

il ruolo di coordinamento e di rappresentanza e promozionale del Presidente e vice presidente

l’uso promiscuo e parziale di sedi, attrezzature e materiali del GAL

le attività di segreteria del GAL

la gestione amministrativa, contabile e fiscale generale del GAL

altre attività di natura istituzionale e promozionale a carattere generale

Normalmente dette componenti vengono a formare un costo fisso che verrà coperto in parte dalle quote annuali dei soci e in parte dai rimborsi prelevati dalle attività economiche del GAL che verranno calcolati sulla base della loro effettiva incidenza su detti costi fissi.

In tal senso:

Le sedi, i beni materiali e le attrezzature di attuale proprietà del GAL, potranno essere usate all’interno del progetto Leader Plus e le relative spese per fitti, utenze, acquisti, manutenzioni ordinarie e straordinarie, saranno addebitate e ivi rendicontate, nell’attuazione del PSL, per l’intero ove vi sia un uso esclusivo o privilegiato per l’attuazione del PSL stesso, ovvero per quota parte ove vi sia un uso condiviso anche per l’attuazione di altri progetti in essere.

Le modalità di calcolo di detto riparto sono determinate in relazione alla natura della spesa e ai regolamenti comunitari vigenti in materia di eleggibilità delle stesse.

Detto riparto sarà proporzionale alla dimensione finanziaria delle attività complessive del GAL e ciò potrà quindi comportare una certa variabilità da verificare a consuntivo di bilancio annuo.

Detta percentuale si applicherà dunque a tutti i costi, riconosciuti dal PO leader come rendicontabili, di utilizzo promiscuo di sedi, personale, attrezzature, e alle spese di gestione e di manutenzione ordinaria.

Per quanto attiene i compensi e le spese del personale e di soggetti incaricati, coinvolti anche in altre attività non leader, ai fini della loro rendicontazione in Leader, si procederà alla formalizzazione di atti che autorizzino e precisino le attività in Leader Plus in sede preventiva e a precise rendicontazioni orarie e delle spese sulla base del presente regolamento, nel PO leader e nel rispetto delle norme vigenti.

Per quanto attiene i rimborsi spesa ad amministratori, collaboratori, personale, essi saranno rendicontabili in Leader Plus previo atto di approvazione, preventiva o a consuntivo, del CDA o suo delegato della documentazione di spesa relativa, semprecchè siano considerate elegibili dal presente regolamento, dal PO Leader+ e nel rispetto delle norme vigenti.

SEDI DELLA STRUTTURA

Il GAL attualmente ha sede legale presso il Municipio di Cerignola (FG):

La sede è composta da 1 ufficio direzione, un ufficio amministrazione, uno sportello al pubblico e segreteria + servizi + sala riunioni.

Inoltre, come già detto nel regolamento della concertazione, il GAL ha la disponibilità di idonee sedi di rappresentanza e divulgazione, gratuitamente messe a disposizione da parte dei soci, presso i loro uffici, in tal senso i soci si impegnano ad affiggervi il logo del GAL e a attrezzarvi uno sportello GAL informativo ed animativo, coperto dal solo rimborso delle spese vive da parte Leader

Il GAL inoltre sfrutta le sedi dei soci per riunioni, seminari, gruppi di lavoro e convegni.

Cosi’ la dotazione di sale è sicuramente in grado di coprire tutto il territorio senza costi aggiuntivi, se non il riconoscimento di eventuali spese extra rispetto le attività ordinarie dei soci stessi.

Ai fini di coprire le sole spese ordinarie di funzionamento di queste sedi distaccate, nell’occasione specifica del loro uso, il PSL fissa un budget globale comunque non valicabile.

La dotazione tecnica esistente del GAL ed assegnata al progetto Leader plus, è la seguente:

      • n° 1 server informatico

      • n° 2 postazioni PC complete di video, stampante, modem

      • n° 3 arredi equivalenti

      • n° 1 arredo sala riunioni e n° 14 uffici di rappresentanza presso i soci già esistenti

      • un computer portatile

      • vari arredi e attrezzature d’ufficio

      • una fotocopiatrice di grande serie

      • una linea telefono

      • una linea fax

      • un e-mail

      • un sito internet

Essendo il GAL attualmente dotato di attrezzature sufficienti, non si prevedono ad oggi investimenti in acquisto di beni strumentali ammortizzabili, pur non escludendo che nel corso del tempo del progetto si debba procedere alla sostituzione e/o manutenzione di attrezzature deteriorate.

PROGETTO ORGANIZZATIVO DEL GAL PER LEADER PLUS

Obiettivi

Garantire il funzionamento del GAL, la gestione del PSL, la realizzazione di interventi di animazione del territorio di intervento del PSL e la partecipazione alle attività delle Reti in attuazione della IC LEADER +.

Contenuto tecnico

Attività di cui alla misura 1,1 -

Attività di funzionamento e gestione del GAL ed iniziative per informare, sensibilizzare e rendere partecipi al complesso delle attività del PSL la popolazione e gli imprenditori dell’area di intervento.

Sono pertanto da ricomprendersi in questa misura l’insieme delle attività gestionali quali la direzione, la segreteria amministrativa e tecnica, l’animazione e la sensibilizzazione del territorio (campagne informative attraverso mezzi di comunicazione, seminari), l’eventuale acquisto di attrezzature e servizi necessari alle attività gestionali e di animazione (arredi, materiale informatico, consulenze, ecc.). Gli acquisti devono essere effettuati secondo la normativa in materia che regola gli enti pubblici.

Inoltre, potranno essere attuati interventi di assistenza tecnica allo sviluppo dell’area del PSL (assistenza tecnica a favore dei promotori di progetti di sviluppo, creazione di sportelli unici di orientamento, sostegno per l’imprenditoria giovanile). L’assistenza ai promotori di progetto per la predisposizione e l’attuazione di progetti deve poter consentire di indirizzare le iniziative verso le migliori soluzioni sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale. Tale indirizzo deve essere ritenuto prioritario per la organizzazione di una struttura di assistenza tecnica da parte del GAL.

Iniziative che riguardino seminari e workshop possono essere realizzate con questa misura solo se connesse all’attuazione del PSL.

Si specifica che a valere sulla presente misura non sono realizzabili investimenti infrastrutturali.

Altre attività del GAL nel PSL

IL GAL potrà essere attuatore in toto o in parte delle altre misure del PSL, in particolare:

  • nelle misure 1,2-1,3-1,4-1,5-1,6 dell’asse 1, il GAL fornirà assistenza tecnica, elaborerà progetti, fornirà servizi di base allo sviluppo, animerà le azioni, divulgherà gli effetti dimostrativi, e quant’altro dettagliato e previsto nelle singole schede progetto.

  • Nelle misure 2,1 e 2,2 dell’asse 2, ovvero nei progetti di cooperazione, il GAL fungerà da attuatore totale delle stesse.

In tal senso quindi l’organizzazione del GAL prevede due diversi organigrammi che si intersecano fra di loro ma che ai fini rendicontativi saranno differenziati in modo esatto:

Organigramma della S.O. nella misura 1,1

Organigramma totale ovvero comprendendo tutte le attività del GAL nell’intero PSL

Modalità di attuazione

Il GAL ricorrerà alle seguenti modalità attuative:

  • Interventi a regia diretta da parte del GAL

il GAL può realizzare tali interventi direttamente con la sua struttura operativa ( SO- vedi dopo) o attraverso un soggetto esterno incaricato, con il quale stipula un contratto contenente i termini, le condizioni e le modalità per l’espletamento dell’incarico.

L’attuazione diretta prevede che il GAL si attivi tramite la sua S.O. ( struttura operativa), ovvero tramite:

SO1 - personale dipendente ovvero in collaborazione coordinata e continuativa

SO2 - professionisti e consulenti incaricati ad hoc ed a termine

SO3 - prestatori d’opera occasionale

SO4 – servizi da soc terze tramite affidamenti o appalti

SO5 – acquisti

SO6 – fitti, tariffe, rimborsi spese, ecc.

  • Interventi a regia GAL in convenzione

Detta modalità verrà utilizzata dal GAL esclusivamente per attività che possano essere delegate a soggetti terzi e quindi in gran parte autonome dal supporto del GAL ( studi, progetti, servizi esternalizzabili,... ), fatto salvo l’obbligo di sottoporsi al coordinamento e direzione del GAL stesso.

Nella fattispecie la convenzione potrà prevedere anche attività esorbitanti rispetto il pagamento che potrà essere rendicontabile in sede Leader+, vuoi per motivi di elegibilità delle spese, vuoi perché l’azione venga a interagire con altre specifiche del soggetto convenzionato, quindi, in questi casi, la convenzione acquisirà le caratteristiche di un rapporto di COFINANCING, e la rendicontazione fisica riguarderà quindi l’effettivo totale dell’azione, mentre quella amministrativa e finanziaria potrà limitarsi alle sole componenti rendicontate in Leader +.

SELEZIONE DEI SOGGETTI DA CONVENZIONARE AL FINE DI ATTUARE LA MODALITA’ Interventi a regia GAL in convenzione

In ogni caso la scelta del soggetto dovrà operarsi previa la pubblicazione di un bando per dichiarazione di interessi, in cui va dichiarata con precisione la natura dell’incarico, l’eventuale parte non coperta da contributi leader, le caratteristiche del soggetto cercato, le garanzie richieste, il tutto sottoforma di progetto pilota da compilare.

Il GAL opererà detta scelta sulla base delle caratteristiche che verranno inserite nel bando e che saranno relative a caratteristiche di specifica competenza legate all’azione da svolgere e alle garanzie di qualità, dotazione e organizzazione dei soggetti da selezionare, nonché sulla base della priorità generale di cui al punto, parte seconda del presente regolamento.

SELEZIONE DI SOGGETTI INCARICATI- nel caso dell’attuazione diretta

SO1 - personale con contratto annuale di collaborazione coordinata e continuativa, rinnovabile anno per anno, per i 6 anni del GAL,

Le figure appartenenti a questa tipologia di rapporto potranno essere:

  • Direttore tecnico, trattasi di un livello Senior o Junior, coordinatore dell’area di progetto, animazione e attuazione, monitoraggio, collaudo e valutazione, laureato in materie tecniche o tecnico economiche o di natura socio-antropologica, senza limiti d’età, con provata esperienza nella programmazione e gestione di interventi integrati e interventi cofinanziati con fondi comunitari e conoscenza della disciplina che regola l’utilizzo delle risorse finanziarie comunitarie, conoscenza della lingua inglese o francese scritta e parlata, buona conoscenza informatica relativa almeno ai sistemi "Word", "Excel", "sistemi web line", profonda conoscenza del territorio del GAL, particolare priorità sarà data a chi:

      1. abbia svolto compiti di direzione o di amministrazione in

        GAL di Leader 2, ovvero che stia a oggi ricoprendo tale ruolo.

      2. abbia svolto lavori, e consulenze di vario genere in ambito Leader II

      3. sia residente nel territorio del GAL

      4. sia donna

      5. sia giovane sotto i 35 anni

  • Responsabile Amministrativo - Finanziario, trattasi di un livello Senior o junior, laureato in materie economiche, amministrative, finanziarie o legali, senza limiti d’età, con provata esperienza nell’ambito delle procedure connesse alla gestione di fondi pubblici e conoscenza della disciplina che regola la gestione delle risorse finanziarie comunitarie, buona conoscenza informatica relativa almeno ai sistemi "Word", "Excel", " sistemi web line", " sistemi di contabilità ", particolare priorità sarà data a chi:

          1. Abbia svolto compiti di direzione o di amministrazione in

            GAL di Leader 2, ovvero che stia a oggi ricoprendo tale

            ruolo.

          2. abbia svolto lavori, e consulenze di vario genere in ambito Leader II
          3. sia residente nel territorio del GAL
          4. sia donna
          5. sia giovane sotto i 35 anni

  • segretari e organizzatori , trattasi di soggetti lauraeati o diplomati, di livello Yunior, a sostegno dell’area amministrativa e o dell’area organizzativa, con esperienza o attitudine per la gestione di uffici organizzativi e segreteria, conoscenze informatiche relative almeno ai sistemi "Word" ed "Excel" "sistemi web line", profonda conoscenza del territorio, particolare priorità sarà data a chi:

        1. abbia svolto compiti omologhi o di animazione o divulgazione o monitoraggio e valutazione in GAL di Leader 2, ovvero che stia a oggi ricoprendo tale ruolo.

        2. sia residente nel territorio del GAL

        3. sia donna

        4. sia giovane sotto i 35 anni

          - Animatori, trattasi di soggetti almeno diplomati, di livello Yunior, a sostegno dell’area della progettazione e attuazione e o dell’area del monitoraggio e valutazione, con esperienza o attitudine sulle problematiche connesse al Programma LEADER+ e allo sviluppo locale, conoscenze informatiche relative almeno ai sistemi "Word" ed "Excel", buona conoscenza della lingua italiana, profonda conoscenza del territorio, particolare priorità sarà data a chi:

            1. abbia svolto compiti omologhi o di animazione o divulgazione o monitoraggio e valutazione in GAL di Leader 2, ovvero che stia a oggi ricoprendo tale ruolo.

            2. sia residente nel territorio del GAL

            3. sia donna

            4. sia giovane sotto i 35 anni

            5. sia attualmente disoccupato

Procedure per la selezione

Per la selezione del personale, ad esclusione del Direttore tecnico la cui nomina può essere diretta, il GAL, ricorre alla seguente modalità, già adottata e sperimentata con successo in molti GAL di Leader II, ovvero:

all’inizio di ogni anno il GAL pubblica, presso le sedi dei propri soci, gli albi pubblici dei comuni e di altri enti pubblici, nelle sedi delle principali associazioni di categoria e ordini professionali operanti nel territorio, e almeno su un giornale di diffusione regionale, un Bando per la raccolta di curriculum professionali per materia di PSL e ramo di competenza , non indirizzato alla formalizzazione di un incarico specifico.

I curricula possono essere raccolti durante tutto l’anno solare di riferimento del Bando e vengono archiviati per ramo di competenza e per principali caratteristiche ( età, esperienze, cultura generale, livello di attrezzamento, ecc. ), nonché si può emanare bandi aggiuntivi per competenze particolari.

Ogni anno il bando viene ripubblicato e l’archivio aggiornato.

Ogni qualvolta il GAL abbisogna di incaricare un soggetto, il Presidente , sulla base dei criteri per l’individuazione delle caratteristiche più adatte allo scopo fissate in sede di Regolamento del GAL, e aggiornate e precisate dal CDA, individua nell’archivio i curricula che si adattano alle caratteristiche ricercate e invia loro uno specifico bando per dichiarazione di interesse, contenente i requisiti richiesti, l’offerta economica e le altre condizioni dell’incarico, sopra

avviando così una procedura di selezione che verrà effettuata in base alle precedenti informazioni curriculari già in possesso del GAL, alla valutazione delle eventuali ulteriori documentazioni e informazioni richieste e allegate in sede di dichiarazione di interesse e eventuali specifiche prove attitudinali.

Il GAL per esaminare i candidati potrà utilizzare il suo CDA, ovvero nominare una specifica commissione di esperti.

Ove non sia possibile rintracciare dette figure professionali negli archivi già disponibili, si ricorrerà a un nuovo bando specifico con le stesse procedure.

Generalità

Il personale incaricato, in Co.CO.CO., della gestione del GAL non potrà assumere altri incarichi riguardanti la progettazione o l’attuazione degli interventi del PSL.

Il compenso del personale deve essere stabilito in funzione del curriculum, degli obiettivi da raggiungere, della dimensione del PSL approvato e dell’impegno temporale complessiva-mente richiesto dal ruolo durante le fasi attuative del PSL.

Il compenso lordo ammissibile del Direttore tecnico non potrà essere superiore ai 30.000 Euro annui; il compenso lordo ammissibile del Responsabile Amministrativo Finanziario, considerato il minore impegno temporale richiesto non potrà superare gli 8.000 Euro annui; per gli addetti alla segreteria, animazione il compenso lordo ammissibile per un impegno a tempo pieno, non potrà superare i 18.000 Euro annui.

SO2 – professionisti e consulenti incaricati ad hoc ed a termine( soggetti singoli

o associati o società)

in questa categoria contrattuale rientrano:

  • incarichi per consulenza di direzione a supporto del direttore tecnico, del responsabile amministrativo, del settore dell’ animazione e comunicazione :

ovvero per le seguenti qualifiche:

- consulente esperto nella valutazione, monitoraggio e collaudo di progetti finanziati con fondi comunitari, di supporto al direttore tecnico

- consulente esperto nelle tematiche della rendicontazione tecnico economica di fondi comunitari, di supporto al responsabile amministrativo

- consulente esperto nei settori della animazione leader e comunicazione di supporto al direttore tecnico e al settore animazione

Sono soggetti di livello senior o yunior, specializzati nelle materie dell’incarico, senza limiti d’età, con provata esperienza nella gestione, rendicontazione, animazione di interventi integrati e cofinanziati con fondi comunitari e conoscenza della disciplina che regola l’utilizzo delle risorse finanziarie comunitarie, buona conoscenza informatica relativa almeno ai sistemi "Word", "Excel", particolare priorità sarà data a chi abbia svolto compiti di collaudo e valutazione in GAL di Leader 2.

    • incarichi per consulenza informatica a supporto del direttore tecnico, del responsabile amministrativo, del settore dell’ animazione e comunicazione, e in generale a tutta la struttura operativa :

ovvero:

    • consulente esperto nella progettazione soft, gestione hard, valutazione, monitoraggio e collaudo di supporti informatici, siti web, sistemi di comunicazione on line,

    • programmistica di rendicontazione e gestione amministrativa di progetti finanziati con fondi comunitari,

Sono soggetti di livello senior o junior, specializzati nelle materie dell’incarico, senza limiti d’età, con provata esperienza negli stessi ruoli in interventi integrati e cofinanziati con fondi comunitari, grande conoscenza informatica relativa a tutti i sistemi e i programmi correnti, particolare priorità sarà data a chi abbia svolto compiti omologhi in progetti Leader 2.

    • incarichi per Esperti di settore ( uno per misura ) a valere sull’asse 1, incaricati della valutazione tecnico economica delle domande e dei collaudi., di livello senior o junior, specializzati nelle materie dell’incarico, senza limiti d’età, con titolo valido per la rendicontazione e valutazione di interventi cofinanziati con fondi comunitari e conoscenza della disciplina che regola l’utilizzo delle risorse finanziarie comunitarie, buona conoscenza informatica relativa almeno ai sistemi "Word", "Excel", particolare priorità sarà data a chi abbia svolto omologhi compiti in GAL di Leader 2.

  • Incarichi per esperti di progettazione e gestione di progetti di cooperazione a valere sull’asse 2, incaricati di progettare e coordinare le azioni di cooperazione interterritoriale e transnazionali, livello Senior, Junior o Partner,specializzati nella direzione di progetti complessi, senza limiti d’età, con provata esperienza nella programmazione e gestione di interventi integrati e progetti di cooperazione cofinanziati con fondi comunitari e conoscenza della disciplina che regola l’utilizzo delle risorse finanziarie comunitarie, buona conoscenza della lingua inglese o francese scritta e parlata, buona capacità di lavoro sui sistemi "Word", "Excel", "sistemi web line", particolare priorità sarà data a quei soggetti che hanno svolto o stanno svolgendo compiti omologhi in progetti di cooperazione

Le procedure di selezione saranno omologhe a quelle indicate per il personale a Co.Co.Co., con la precisazione che le caratteristiche degli incaricati e le priorità, oltre quelle già sopra individuate, dovranno essere specificate nei singoli bandi.

Generalità

La dimensione del singolo incarico non potrà superare, con le segnalate procedure di selezione, l’importo massimo previsto dalle norme vigenti, ora per allora, che non prevedono lo svolgimento di Gare europee.

Il soggetto incaricato potrà cumulare diversi incarichi tra quelli su elencati, ed a valere anche in altre misure oltre la 1,1, ma fino a un massimo di compensi cumulati non superiore ai 200.000 euro, calcolandosi il cumulo per tutta la durata del Leader Plus.

L’incaricato potrà essere un soggetto professionale singolo, dotato quindi di relativa partita IVA e abilitato alla professione di cui tratta l’incarico, oppure un soggetto societario o associato nei termini previsti dalle leggi vigenti, ed in tal caso, si dovrà dimostrare di disporre di personale con le caratteristiche richieste oltrecchè dichiarare chi è il soggetto che risponderà per la società dell’incarico affidato con la qualifica di Responsabile del procedimento.

Il compenso deve essere stabilito in funzione del curriculum, degli obiettivi da raggiungere, della dimensione del PSL approvato, dell’impegno temporale complessivamente richiesto, dal ruolo durante le fasi attuative del PSL, tenendo come riferimento il costo per ora\uomo o giorno \uomo, previsto dai regolamenti di spesa FEAOG per le omologhe figure.

I compensi nel caso di prestazioni professionali esplicitamente normate da Ordini riconosciuti dalle leggi vigenti, saranno calcolati sulla base delle vigenti parcelle professionali nazionali, scontate del 20% e con rimborso delle sole spese vive realmente documentate.

SO3 - prestatori d’opera con contratti di prestazione occasionale

Si tratta di personale di basso livello ( addetti operativi ), normalmente impiegati per prestazioni occasionali ed occasionate, per pulizie o manutenzioni, consegne, trasporti, allestimenti, gestione di magazzini e archivi, non facilmente prevedibili a oggi, compensabili a costo orario o giornaliero stabilito in funzione, degli obiettivi da raggiungere, della dimensione del PSL approvato e dell’impegno temporale complessivamente richiesto dal ruolo, tenendo come riferimento il costo per ora\uomo o giorno \uomo, previsto dai regolamenti di spesa FEAOG per le omologhe figure.

Ove il costo presuntivo e consuntivo di queste prestazioni non dovesse superare, ad incarico, la somma di 500, euro omnicomprensivi, l’incarico viene conferito direttamente dal Presidente del GAL, salva ratifica del CDA, senza attivare procedure di trasparenza alcuna.

Ove il costo dovesse superare detta cifra, l’incarico dovrà essere conferito dal CDA sulla base delle procedure di cui prima.

Non è possibile affidare più di un incarico per prestazione occasionale, allo stesso soggetto, durante lo stesso anno fiscale.

SO4 – servizi da soc terze tramite affidamenti o appalti

Si tratta normalmente dell’affidamento di servizi o forniture complesse, come la progettazione e realizzazione di editing, piani ed azioni di promozione, ecc. ovvero quando non è separabile la fase di progetto da quella della erogazione di un servizio o di una fornitura.

Il limite massimo per l’affidamento di tali appalti per servizi non può superare i 100.000 euro per singolo appalto.

Ogni soggetto attuatore non può cumulare più di due appalti del massimo importo, durante il periodo di attuazione del Leader Plus.

L’appalto verrà deciso solo a fronte della dimostrata impossibilità di gestire il servizio stesso direttamente con la struttura operativa interna o tramite incarichi di natura professionale o dove non convenga scindere progetto e fornitura.

Fino a detti massimi la procedura che si seguirà sarà quella della richiesta di almeno tre preventivi d’offerta che dovranno essere elaborati da ditte diverse e in competizione fra loro, sulla base di un progetto pilota del servizio elaborato dalla direzione del GAL e l’aggiudicazione dell’appalto viene decisa sulla base della migliore offerta ( qualitativa e quantitativa) deliberata dal CDA, oppure direttamente dal Presidente se già delegato dal CDA. Nel caso di appalti particolarmente complessi il Presidente può disporre la formazione di una apposita Commissione d’esame dei preventivi raccolti.

Sopra i limiti di legge esistenti per le forniture, servizi, appalti, con procedure semplificate rispetto la gara d’appalto, si procederà seconda le norme vigenti per le Ammnistrazioni Aggiudicatrici di Fondi Pubblici.

La forma del rapporto con il soggetto attuatore sarà quella dettagliata per i casi di Regia Convenzionata, valendo per essa le priorità e le modalità descritte nel presente regolamento.

SO5 – acquisti

Fino ai massimi, previsti dalle norme vigenti e regolanti le gare e gli appalti pubblici, assentiti per le procedure semplificate, la modalità di pubblicizzazione e selezione che si seguirà sarà quella della richiesta di almeno tre preventivi d’offerta che dovranno essere elaborati da ditte diverse e in competizione fra loro, sulla base di un formulario pilota della fornitura elaborato dalla direzione del GAL, e l’aggiudicazione dell’appalto verrà decisa sulla base della migliore offerta ( qualitativa e quantitativa) deliberata dal CDA, oppure direttamente dal Presidente se già delegato dal CDA.

Nel caso di appalti particolarmente complessi il Presidente può disporre la formazione di una apposita Commissione d’esame dei preventivi raccolti.

Sopra i limiti di legge esistenti per le forniture, servizi, appalti, con procedure semplificate rispetto la gara d’appalto, si procederà seconda le norme vigenti per le Amministrazioni Aggiudicatrici di Fondi Pubblici.

SO6 – fitti, tariffe, rimborsi spese, ecc.

Per l’espletamento delle funzioni connesse all’attuazione del PSL, al personale del GAL e ai membri del Consiglio di Amministrazione sono riconoscibili rimborsi per spese di viaggio con mezzi pubblici (autobus, treno, aereo);

in caso di utilizzo di auto propria verrà riconosciuto un importo chilometrico massimo pari a 1/5 del costo della benzina verde.

Sono altresì riconoscibili spese di vitto fino a 50 Euro al giorno e spese di alloggio con pernottamento in posto letto di categoria non superiore a tre stelle.

I rimborsi spese saranno riconosciuti sulla base di fogli riepilogativi indicanti il luogo e la data della missione, la motivazione, i chilometri percorsi calcolati sulla base delle distanze chilometriche, il dettaglio delle spese sostenute, i giustificativi di spesa.

Le spese di gestione rendicontabili sono così suddivise:

canoni di affitto

riscaldamento,

pulizia,

energia elettrica, acqua,

spese postali e telefoniche,

cancelleria,

manutenzione ordinaria

attrezzature e altre spese assimilabili,

spese amministrative e finanziarie, ovvero tasse annuali e assimilabili, i costi di fideiussione, le spese bancarie.

Qualora la sede sia dislocata presso strutture di enti locali le spese di affitto, pulizia, consumi potranno essere sostenute in quota parte, risultanti da contratti registrati.

Qualora la sede sia dislocata in strutture di privati, occorre produrre il contratto di locazione di durata non inferiore a quattro anni e per uso ufficio.

Definizione delle spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti categorie di spesa:

  • spese di funzionamento. Spese per il personale e rimborsi per trasferte; spese per il funzionamento della sede; spese per l’acquisizione di beni e servizi legati alla gestione amministrativa e operativa del PSL (attrezzature, arredi, consulenze, fideiussioni, collegamenti telematici, ecc.).

  • rimborsi spese di trasferta per i componenti degli organi societari sulla base di fogli riepilogativi indicanti il luogo e la data della missione, la motivazione, i chilometri percorsi calcolati sulla base delle distanze chilometriche, il dettaglio delle spese sostenute, i giustificativi di spesa;

  • spese di animazione per l’elaborazione del PSL, spese per la stesura del PSL;

  • spese di animazione del territorio, spese per assistenza tecnica a favore dei promotori di progetti di sviluppo, creazione di sportelli unici di orientamento, sostegno per l’imprenditoria giovanile;

  • spese per informazione e comunicazione; per la realizzazione di seminari, workshop, ecc.; per la produzione di materiali multimediali; azioni informative e pubblicitarie ai sensi del Regolamento 1159/2000;

  • spese per la partecipazione alle reti LEADER+ (Nazionale e Comunitaria).

Le spese preliminari alla redazione del PSL sono ammissibili solo per i territori in cui non sono stati attuati i PIC LEADER II. Esse, inoltre, riguardano solo le spese connesse alla "acquisizione di competenze" secondo la definizione del LEADER II e come specificato nella presente misura.

Il costo della programmazione (stesura) del PSL non può superare il risultato della moltiplicazione tra 0,25 Euro per abitante dell’area del PSL e il numero totale degli abitanti della suddetta area.

Saranno d’applicazione le disposizioni pertinenti del Reg. CE 1685/2000.

Non sono ammissibili le seguenti spese:

  • spese per l’acquisto di immobili, veicoli, telefoni cellulari, impianti audiovisivi e apparecchiature per videoconferenza;

  • emolumenti ai componenti degli organi societari;

  • IVA e altre imposte e tasse recuperabili da parte del GAL;

  • spese calcolate su impegno per quota parte di personale del GAL;

  • spese non direttamente riferibili all'area del PSL.

Le voci di spesa a preventivo devono essere direttamente funzionali alla realizzazione del PSL; non sono ammissibili pertanto spese connesse ad altre attività eventualmente svolte.

Disposizioni anticumulo

I GAL non potranno beneficiare di altri aiuti pubblici per la realizzazione delle stesse attività di cui alla presente misura.

Garanzia di funzionalità

La rendicontazione finale del PSL deve essere prodotta entro il 28.02.2009.

Il GAL deve garantire la propria funzionalità almeno fino al 30.06.2009.

I piani funzionali di spesa dovranno tener conto delle annualità che vanno da:

anno 2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, ovvero per un totale prevedibile di 72 mesi, di cui:

il primo anno 2003 con S.O. ridotta principalmente alle componenti progettuali e animative

dal 2004 al 2006, con S.O. completa in ogni sua parte

dal 2007 fino al 2008 con S.O. ridotta principalmente alle componenti di valutazione, collaudo e rendicontazione

ORGANIZZAZIONE GLOBALE DEL GAL PER LEADER PLUS

La struttura del GAL è articolata in una serie di aree ben definite e in rapporto gerarchico ma in un sistema circolare che parte e ritorna alla e dalla concertazione, e quindi dalla partnershiop:

Area della concertazione e della decisione

L’area comprende livelli crescenti di concertazione e partecipazione alla decisione che è rappresentata da una piramide rovesciata:

la partenrship attraverso la concertazione territoriale e la rete dei Comitati di Base per lo Sviluppo CBS

Il Partneriato attraverso il sistema dei tavoli di concertazione, gruppi di lavoro

L’assemblea dei soci e Il Consiglio di Amministrazione del GAL

Il presidente quale amministratore delegato

Interfaccia garantito dal

il Presidente

Area della Programmazione e coordinamento generali

La programmazione, l’orientamento, il coordinamento di tutto il PLS spettano al

      • IL COMITATO DI DIREZIONE E PROGRAMMAZIONE DEL LEADER PLUS- CD

Composto da:

Area della Direzione di settore o area FUNZIONALE

La direzione della progettazione ( del PLS, delle azioni, del Piano di Comunicazione,) e dell’attuazione tecnica PLS spettano al

      • IL DIRETTORE TECNICO - CU

La direzione amministrativa e l’attuazione finanziaria e la rendicontazione finanziaria del PLS e gestione del personale spettano al

      • RESPONSABILE AMMINISTRATIVO – RA

La direzione e l’attuazione del monitoraggio e verifica e collaudo tecnici del PLS spettano al

      • RESPONSABILE DEL MONITORAGGIO – RM

Il coordinamento dei servizi di segreteria generale e supporto amministrativo, spetta al capo settore

      • SEGRETERIA - RS

Il coordinamento dell’animazione e attuazione del Piano di comunicazione spettano al capo settore

      • ANIMAZIONE E DIVULGAZIONE – RD

Interfaccia garantito dai responsabili D’area

InterfacciaI responsabili D’area

Aree FUNZIONALI tematiche

AREA DELLA DIREZIONE TECNICA

È l’area che gestisce tutti gli aspetti tecnici nell’attuazione del PSL

È diretta dal CU ( direttore tecnico ovvero coordinatore unico, in rapporto di Co.Co.Co.).

è affiancato un consulente di direzione ( ad incarico ) per l’animazione e la comunicazione

L’area è supportata da un consulente informatico ( incarico).

Il CU inoltre coordina fino a un max di tre incaricati per i progetti di cooperazione.

L’area coordina tutta la S.O. ed è quindi supportata da uno dei due elementi di segreteria

L’area inoltre coordina e monitora le attività dei soggetti convenzionati per l’attuazione a regia GAL.

AREA AMMINISTRATIVA

E’ l’area che gestisce tutti gli aspetti amministrativi, finanziarii e rendicontativi del PSL

È diretta dal RA ( responsabile amministrativo, contratto Co.Co.Co.)

Al RA può essere affiancato un consulente di direzione ( ad incarico ) per la rendicontazione e lo stesso consulente informatico ( incarico) di cui prima.

L’area coordina tutte le attività amministrative e finanziarie della S.O. ed è quindi supportata da uno dei due elementi di segreteria

L’area inoltre monitora amministrativamente le attività dei soggetti convenzionati per l’attuazione a regia GAL e dei beneficiari .

A completare l’area si prevede che si possa delegare, sotto la direzione di RA, la contabilità fiscale del GAL a strutture terze o professionisti esterni.

AREA DELL’ORGANIZZAZIONE

Rappresenta la struttura organizzativa per eccellenza del GAL di cui supporta tutte le attività.

È composta da due organizzatori e segretari ( in rapporto di Co.Co.Co.).

I due si dividono in due sub aree: una a prevalenza rendicontativi, amministrativa e finanziaria, in ciò supportando il RA e l’altra a prevalenza tecnica in ciò supportando il RM e RD

Tutti e due sonno coordinati da CU.

A supporto avranno il consulente informatico di cui prima e una serie di collaboratori occasionali.

AREA DELLA RENDICONTAZIONE E VERIFICHE

E’ un settore che deve garantire terzietà e scientificità, pertanto è un settore totalmente esterno, ovvero affidato a incaricati che possono essere spesso rinnovati, meno il RM che dovrebbe garantire la continuità.

È diretta da un consulente esterno RM ( incarico esterno) che risponde al RA e al CU.

Il RM dirige una struttura composta fino a 5 esperti di settore che materialmente si occupano della valutazione e collaudo degli interventi

E’ supportata dai servizi informatici dal consulente di cui prima, aiuti di segreteria e supporto tecnico da RS, e animativi da RD,

AREA DELL’ANIMAZIONE

Rappresenta il cuore organizzativo dell’animazione della comunicazione del PSL

È un settore composto fino a due animatori ( in rapporto Co.Co.Co.).

Prevede a incarico esterno : supporti tecnici e gestionali affidati a terzi in convenzione

È supportato dai servizi informatici del consulente, dalle segreterie, nonché coordina la rete dei CBS

Le aree funzionali tematiche si interfacciano con

Ricomincia il ciclo

Rapporti fra le aree funzionali

Le aree funzionali sono, come si evince dallo schema precedente, a camere stagne comunicanti solo attraverso i loro rispettivi coordinatori e rappresentanti, cosi’:

-l’area della concertazione e della decisione comunica con l’area della direzione e programmazione solo attraverso il Presidente del GAL

- l’area della direzione e programmazione comunica con le aree funzionali solo attraverso i vari Responsabili : RA- CU- RS- RM- RD

ma il lavoro delle varie aree funzionali è continuamente integrato e interrellato dall’informazione e dalla divulgazione, in modo che tutti sappiano ciò che in generale accade e come e perché viene finalizzato il loro lavoro.

Questo compito importantissimo è affidato al piano della comunicazione ( sezione della concertazione ).

L’effetto finale è quindi quello di un convoglio fatto di barche gerarchicamente disposte ma autonome, che galleggiano in un lago che è l’informazione e la concertazione.

L’area della concertazione e della decisione è stata ampiamente presentata nel regolamento della concertazione, parte terza del regolamento.

      • IL COMITATO DI DIREZIONE E PROGRAMMAZIONE DEL LEADER PLUS

E’ la struttura tecnica che dirige e coordina la programmazione di tutta la misura 1,4 ovvero:

  1. Azioni di assistenza tecnica per la gestione del GAL, l'animazione, la progettazione e la realizzazione del PSL;

  2. predisposizione di un piano operativo complessivo di comunicazione delle risorse (ambientali, culturali, produttive, turistiche, ecc.) e delle opportunità economiche dell'area LEADER+, rivolto ai residenti ed agli operatori locali, agli operatori esterni, ai potenziali turisti ed ai consumatori;

  3. attivazione di strutture di animazione e di informazione sulle risorse e sulle opportunità dell'area LEADER+, sulle iniziative in corso e sugli eventi di rilevanza economica e turistica;

  4. azioni mirate volte a promuovere l'area LEADER+ in complesso o sue risorse e opportunità specifiche. Tali azione sono indirizzate agli operatori ed alla popolazione locale, agli operatori esterni, ai potenziali turisti ed ai consumatori.

Nonché coordina e dirige la concertazione,

coordina la programmazione di tutte attività gestite dal GAL nell’ambito del PSL

Quindi imposta e decide i programmi, definisce gli organigrammi e gli incarichi, i carichi di lavoro delle aree, giudica il lavoro dei coordinatori di area, rendiconta al CDA per il tramite del Presidente.

In pratica il Comitato di direzione e programmazione è il soggetto che imposta l’attuazione del PLS, prepara e supporta la concertazione e la decisione del CDA, cui appartiene la sfera decisionale istituzionale, trasforma le decisioni in Programmazione del lavoro e trasferisce i carichi di lavoro alle singole aree per il tramite dei coordinatori d’area o settore.

Il Comitato è presieduto, convocato e coordinato dal Presidente del GAL.

il Comitato di direzione è stabilmente composto da:

Il Presidente del GAL

con funzioni di amministratore delegato e quale interfaccia con il CDA del GAL e con la Partnership

il responsabile amministrativo R.A.

Il Direttore tecnico unico C.U.

Il Coordinatore del Monitoraggio C.M.

IL responsabile della segreteria RS

Il responsabile dell’animazione e divulgazione RD

Inoltre, di volta in volta, ove sia opportuno e necessario, vengono invitati a parteciparvi:

i singoli tecnici incaricati per AZIONE

i Partners Soci delegati dal CDA quali responsabili dei tavoli di concertazione

i soggetti Partners convenzionati per l’attuazione di progetti o quali Capi Filiera

il Comitato imposta il lavoro di ciascuna area funzionale fissando:

finalità, tempi di realizzazione, calendario

budget dell’area

carichi di lavoro

organigrammi e tipologie di contratto

metodi, sistemi e moduli di rendicontazione della spesa del budget

altro.

la riunione del comitato di direzione si tiene almeno una volta al mese e ogni volta che sia ritenuto necessario, da parte del Presidente

i verbali del Comitato di direzione sono secretati e riportati solo al CDA, che ne dispone per l’eventuale pubblicazione.

L’AREA FUNZIONALE

L’area funzionale è un settore di attività specifico ed ha totale autonomia funzionale rispetto il CDA o altre competenze, mentre subisce il coordinamento e la programmazione dal Comitato di Direzione. Non riceve ordini dal CDA né deve al CDA rendicontare alcunché, se non attraverso l’azione di interfaccia che il suo coordinatore implementa tramite il Presidente.

Tuttavia il Presidente stesso non ha poteri all’interno dell’area funzionale ma solo sul coordinatore dell’area funzionale stessa.

L’area funzionale, per il tramite del suo Coordinatore o Direttore, partecipa alla definizione del programma e alle decisioni del Comitato di direzione, e quindi di fatto le prepara.

Una volta che il Comitato di direzione le ha impostato il programma, definito il budget finanziario che ha a disposizione, i carichi di lavoro, i nominativi degli incaricati, l’area è autonoma totalmente nell’attuazione.

Il coordinatore della singola area, tramite ordini di servizio e specifiche di contratto, distribuisce i carichi di lavoro, e le necessità del servizio, rispondendo del suo operato al Comitato di direzione.

Il responsabile o coordinatore, dell’area funzionale, si rapporta alle altre aree funzionali, sempre per il tramite del coordinatore e tramite apposite modulistiche di rapporto.

La capacità di incidere interattivamente e reciprocamente fra una area e una altra è limitata dalle decisioni del comitato di direzione, ove esse si superino o siano carenti, si dovrà riportare il problema in comitato.

Per il resto le aree sono autonome.

INCARICHI AI SOCI E O CONSIGLIERI

L'incarico di Consigliere di Amministrazione, ai sensi o fini del Leader, è gratuito, ciò non significa che il Consigliere percepisca un gettone o un emolumento, ma solo che esso non può essere rendicontato nella spesa leader plus, ma potrà essere coperto dal Capitale sociale e o da quote dei soci eo da altre entrate del GAL.

Il CDA può individuare un Comitato esecutivo al proprio interno, composto da delegati per la partecipazione ai tavoli della concertazione o altri momenti della concertazione stessa.

Il CDA, non avendo alcun compito esecutivo in Leader +, non può delegare i propri membri a svolgere funzioni e incarichi remunerabili in quanto consiglieri, almeno non con fondi Leader, tuttavia tutti i soci, anche se consiglieri di amministrazione, in quanto prestatori di opera o liberi professionisti, possono essere chiamati a svolgere incarichi e servizi per il GAL, remunerati con fondi Leader +, ma senza che per loro valgano corsie preferenziali o vi siano condizioni ostative, semprecchè non si configurino conflitti di interessi espressamente previsti da leggi e normative vigenti.

L’eventuale configurarsi di un conflitto di interessi fra figura di socio, consigliere, prestatore d’opera o servizi, al di là dei casi previsti dalla legge come ostativi, è questione morale, eventualmente professionale, propria del socio o del consigliere, che, eventualmente, caso per caso, potrà essere sottoposto al parere del collegio dei revisori per un parere.

Ai membri del Comitato Esecutivo, formato dai delegati dal CDA per i tavoli di concertazione ecc. ) sarà riconosciuto e corrisposto il solo rimborso delle spese.

AVVERTENZA FINALE: IL PRESENTE REGOLAMENTO E PROGETTO ORGANIZZATIVO PUO’ ESSERE AGGIORNATO, RIVISTO E APPROFONDITO, PREVIA APPROVAZIONE DEL cda

ALLEGATO 1 – APPENDICE ORIENTATIVA SUL REGIME D’AIUTI

COME DA ALLEGATO AL COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DEL

LEADER PLUS PUGLIA

ALLEGATO 2 – AMMISSIBILITÀ’ DELLE SPESE

COME DA ALLEGATO AL COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DEL

LEADER PLUS PUGLIA

ALLEGATO 3 – PIANO DELLA COMUNICAZIONE DEL P.S.L.

1998-2018 © Piana del Tavoliere
P.IVA 02354840718
Politica della Privacy | Crediti
HOME | CHI SIAMO | I TERRITORI | LEADER | CONTATTI | TAVOLIEREDELLEPUGLIE.IT

CSS Valido! Validated by HTML Validator (based on Tidy)